Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / Area stampa / Unioncamere - Regione Veneto: strategie camerali peril ...
23/10/2019
Unioncamere - Regione Veneto: strategie camerali peril territorio veneto
file pdf
testo
comunicato

Pozza condivide con il Governatore Zaia le nuove strategie camerali per il territorio veneto
Milano–Cortina 2026, l’internazionalizzazione, il turismo, la digitalizzazione, orientamento al lavoro e alle professioni, la fondazione Unesco

 

Venezia, 23 ottobre 2019 | Si arricchiscono le funzioni che il Governo affida al Sistema camerale e, nell’ambito regionale, richiedono la condivisione da parte della Regione del Veneto.

E’ stato, infatti, tra i primi motivi d’incontro tra il Governatore Luca Zaia e il Presidente di Unioncamere del Veneto Mario Pozza la conferma del Ministero dello Sviluppo economico alle Camere di Commercio dei progetti speciali Orientamento al lavoro e alle professioni, PID digitalizzazione, Turismo e Promozione culturale condotti con importanti risultati dal Sistema camerale nel passato triennio e dei nuovi temi relativi all’internazionalizzazione e alla gestione delle crisi di impresa (OCRI).

«In ambito dei grandi eventi c’è piena disponibilità del Sistema camerale – afferma il Presidente Pozza - a collaborare operativamente alle Olimpiadi Milano–Cortina 2026. Ho informato il Presidente Zaia della costituzione del gruppo di lavoro delle Camere di Commercio dei territori interessati».

E’ stata una decisa conferma, sostenuta dal Presidente Pozza, che la Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti entri a far parte della Fondazione Colline del Prosecco di Conegliano – Valdobbiadene quale socio fondatore, assicurando i conseguenti impegni finanziari per il nuovo sito riconosciuto dall’Unesco patrimonio dell’Umanità.

Ogni progettualità ha bisogno però di una buona viabilità per poter essere sviluppata con efficacia, sicurezza e sostenibilità. Viabilità, trasporto merci e flussi turistici sono stati, infatti, altri temi trattati. Il Presidente Pozza ha evidenziato al Governatore le criticità che le imprese stanno vivendo a causa delle limitazioni di transito al Brennero imposte dal Tirolo.

Pozza ha richiesto l’impegno della Regione del Veneto a sostenere, in tutte le sedi, le ragioni del sistema imprenditoriale, evidenziando anche l’importanza di condividere una progettualità per l’allungamento della A27 e la conseguente apertura di un valico in Veneto, unica grande regione priva di uno sbocco verso l’Europa.

rassegna
stampa